Una Quantum 2021

Nuove Tecnologie Open Source per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo
WhatsApp Image 2021-12-03 at 21.45.50 (1).jpeg
16 e 17 Dicembre
inizio ore 9:3
Sala della Fortuna
Museo Nazionale Etrusco Villa Giulia (Roma)
online sul nostro canale youtube
IL CONVEGNO

L'attenzione ai metodi, allo sviluppo e alle pratiche di gestione del patrimonio è caratteristica propria dell’APS Una Quantum inc. che ha contribuito allo sviluppo di due Plugin di QGIS, Pyarchinit e ArcheoloGis, e dal 2021 promulga la diffusione di Extended Matrix, software FOSS del CNR per la documentazione e la ricostruzione 3D del patrimonio archeologico.

Il convegno sarà articolato in quattro sessioni, tre delle quali rappresentano le aree tematiche pertinenti al patrimonio storico, artistico e culturale: musei, siti archeologici e territorio. Una quarta sessione sarà dedicata ai sistemi informatici per la gestione dello scavo archeologico, dalle fasi preliminari della ricerca sul campo fino ai più moderni metodi di story-telling.

In aggiunta all’introduzione dei curatori, il convegno ospiterà relatori che riflettono le realtà professionali dell’Associazione: ricercatori, progettisti, aziende di settore, libera professione. Ogni relatore avrà a disposizione 30 minuti e al termine di ogni sessione seguirà la discussione in modalità di tavola rotonda.

Il convegno è stato realizzato grazie al contributo concesso dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura.

WhatsApp Image 2022-01-14 at 10.33.13.jpeg
LE SESSIONI

Il convegno così strutturato è inteso come presentazione dell’omonimo volume, che sarà pubblicato entro l’estate del 2022. Il volume sarà dedicato ai software open-source e ai principali progetti opendata nell’ambito dell’archeologia, e seguirà la struttura del convegno così come presentata.

MUSEI: Con un calo del 63% delle economie connesse ai musei e ai sistemi museali nel 2020 (Il sole 24 ore) la sessione vuole dimostrare come la dinamicità di alcune realtà museali territoriali abbia permesso la fruizione del patrimonio culturale mantenendo alti gli standard di scientificità e apertura al pubblico nonostante le restrizioni.

SITI E PARCHI ARCHEOLOGICI: La consapevolezza che metodi rapidi di documentazione, nuove tecnologie e sistemi Free Libre and Open Source possano rendere ovunque replicabili e implementabili sistemi e piattaforme è un’idea che trova nelle ricerche italiane nel Vicino Oriente Antico un fertile terreno di applicazione, lì dove siti e parchi archeologici spesso ricadono in scenari di guerra.

TERRITORIO: Una ricerca ampia dal respiro fortemente internazionale e multidisciplinare (Ebla_Chora Project) è considerata la linea guida degli interventi. Il progetto ArcheoWine mira alla stretta sinergia tra produttori/agricoltori, tour operator e archeologi al fine di valorizzare e al contempo tutelare l’intero potenziale culturale del territorio. Infine, verrà reso pubblico il risultato del lavoro di cooperazione Italiana in Somalia attraverso MapForFuture, spin-off geografico di Una Quantum inc., progetto di mappatura e creazione del geoportale per il Somaliland.

SISTEMI INFORMATICI PER L’ARCHEOLOGIA: Lavoro di ricerca di Una Quantum inc., sarà l’occasione per introdurre le novità e i nuovi strumenti sviluppati per la documentazione degli scavi archeologici, tra cui Qfield, OpenDroneMap, BlenderGIS e le novità di Pyarchinit, progetto portato avanti dall’Associazione e primo GIS opensource per l’archeologia. Il tool Extended Matrixe 3DSC porta al centro del dibattito le potenzialità informative delle ricostruzioni 3D.

WhatsApp Image 2022-01-14 at 10.33.08.jpeg
NEGLI ANNI PASSATI

Il convegno nasce dall’esperienza maturata dall’APS Una Quantum inc. durante la manifestazione “CIRCUITI”: a partire dal 2018, in risposta al programma #sipuòfaro, promosso dal direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia Valentino Nizzo, tale esperienza ha costituito un punto di riferimento per le comunità legate alle nuove tecnologie nei beni culturali. Nell’ambito della manifestazione, l’Associazione è stata accolta nel Museo con seminari dedicati al tema “Nuove tecnologie open source per la gestione dei beni, delle attività culturali e del turismo” #sipuòFaro, allo scopo di coinvolgere il pubblico e promuovere l’inserimento all’interno del proprio sistema di valori il patrimonio o una parte del patrimonio nella quale ci si identifica. L’intero svolgimento della manifestazione è stato posto sotto l’attenzione del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici.

Anche quest’anno, la sede proposta per lo svolgimento del convegno sarà la Sala della Fortuna presso il Museo ETRU. Nel tentativo di aumentare le possibilità partecipazione, il convegno sarà in forma ibrida, in presenza e online.

GALLERY
Giuseppe Maria Battisti presenta Map For Future
Paolo Rosati e Enzo Cocca presentano la seconda giornata di lavori
WhatsApp Image 2022-01-14 at 11.14.23 (2).jpeg
WhatsApp Image 2022-01-14 at 10.33.12.jpeg
_edited.png
DGERIC_logo_esteso_BLU.png
etru_logo_big_shadow.jpg